Keep Clean and Ride!


Come ultimo appuntamento del Blog per questa stagione, pubblichiamo un breve articolo relativo all’esperienza del “Keep Clean and Ride“, evento all’interno delle campagne internazionali per sensibilizzare alle tematiche dell’abbandono dei rifiuti.

Alle soglie della pausa estiva, stagione favorevole al contatto con la natura, ricordiamoci che l’ambiente è la nostra casa e come tale vorremmo che venisse preservato pulito, libero da rifiuti che lo sporcano e che possono minare il fragile equilibrio dell’ecosistema e, alla fine, della nostra salute. La plastica, come viene ricordato nell’articolo, è già entrata nella catena alimentare.

Sull’esempio della campagna promossa da Roberto Cavallo, proviamo a passare un’estate diversa, sensibilizzandoci al controllo dei materiali di scarto che produciamo quotidianamente, al loro reimpiego e alla loro corretta differenziazione. Facciamo attenzione, quando siamo all’aria aperta, a non gettare materiali nell’ambiente… educhiamoci ed educhiamo i bambini  le bambine ad avere cura della casa comune!

 

Fare sport, divertirsi e raccogliere rifiuti… si può! Dopo otto tappe e quasi mille chilometri percorsi, si è concluso in Veneto, a Chioggia, “Keep Clean and Ride” l’evento nazionale della campagna “Let’s Clean Up Europe!”. La manifestazione, giunta alla quarta edizione e nata con lo scopo di sensibilizzare sul fenomeno dell’abbandono dei rifiuti (littering), ha visto due eco-atleti – Roberto Cavallo, “rifiutologo” e divulgatore ambientale, e Roberto Menicucci, triatleta e personal trainer – concludere la loro avventura sulla spiaggia di Chioggia, davanti a una folla di oltre trecento bambini delle scuole locali e di cittadini impegnati in un’azione di pulizia. Madrina d’eccezione dell’ultima tappa Francesca Fenocchio, medaglia d’argento alle Paralimpiadi di Londra 2012 nell’handbike, che ha percorso il tratto da Padova al mare insieme agli eco-atleti. Cavallo e Menicucci, in otto tappe, hanno risalito lo Stivale attraversando sette Regioni del versante adriatico: Puglia, Abruzzo, Marche, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Veneto.

«L’obiettivo che ci eravamo prefissati fin dall’inizio per questa edizione di Keep Clean and Ride – sottolinea Roberto Cavallo – era quello di accendere ancora una volta i riflettori sul fenomeno del littering e dell’abbandono dei rifiuti, incentrando il percorso sugli ecosistemi montano e marino, consapevoli del fatto che il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra. Se continuiamo così nel 2050 ci sarà più plastica che pesci nei nostri oceani, come dimostra una recente indagine di alcuni ricercatori statunitensi, che ha riscontrato tracce di plastica nell’83% di acque analizzate, a conferma di come sia ormai entrata nella catena alimentare».

L’aspetto più importante di questa “corsa contro i rifiuti” è stata la grande partecipazione di migliaia di studenti delle scuole di ogni ordine e grado incontrati lungo il percorso, insieme a decine di Amministrazioni e Associazioni locali, che non hanno fatto mancare il loro supporto in nessuna tappa della manifestazione, da sud a nord Italia. Sono state raccolte centinaia di chilogrammi di rifiuti, separando i vari materiali da avviare al riciclo, e riducendo così l’inquinamento degli habitat naturali attraversati.

La corsa è stata promossa da AICA – Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con il patrocinio dello stesso Ministero, del Senato della Repubblica e della FIAB.

Per approfondire e per vedere tutte le foto dell’evento consultare www.envi.info e i relativi canali social

The following two tabs change content below.
Roberto Cavallo

Roberto Cavallo

Agronomo e saggista, amministratore delegato di E.R.I.C.A. soc.coop. e vicepresidente comitato scientifico Piano Nazionale Prevenzione Rifiuti - Ministero dell’Ambiente